Il nostro viaggio in India

Pubblicato il da mauhelino

E dall'Incredibile India è iniziato il nostro viaggio. Fin quando non la vedi non puoi capire perché la chiamano Incredible. Qualche mala lingua dice anche che INDIA sta per "I'll Never Do It Again". Che l'amiate, l'odiate, o non avete la più pallida opinione, vi posso assicurare che è davvero incredibile! Innanzi tutto sono più di un miliardo di persone, su una lunghezza di più di 3000 km e noi l'abbiamo percorsa da sud a nord. E vi posso assicurare che l'India non è uno stato, ma è come se fosse un piccolo mondo. Si potrebbe parlare per ore ed ore.

Come in ogni parte l'India è molto diversa da Nord a Sud. Ma iniziamo con calma.

Monolita's familySiamo partiti dal verdissimo Kerala, a sud Ovest, patria della medicina ayurveda. Siamo arrivati proprio nel periodo dei monsoni e quindi diverse ore al giorno si apriva come una doccia dal cielo ed in 30 secondi senza ombrello eri completamente fradicio! Qui siamo stati ospiti di Monolita, Matew e la piccola Sanna. Che bella famigliola, un ottimo inizio, infatti loro essendo architetti hanno un buono status sociale ed avevamo ogni comodità.

Lasciato questo piccolo paradiso abbiamo sperimentato il primo hotel Indiano a Kannur. La foto del cesso/turca è di questo hotel! Abbiamo scoperto che negli alberghi indiani non tengono tanto alla pulizia e le lenzuola sono sempre o macchiate o bucate! o entrambi!

Poi siamo stati ospiti della famiglia di Anantha a Mangalor e la pioggia ci perseguitava anche lì. Questa era una famiglia di Brhamini e non avevano il tavolo, ma per tradizione mangiano sempre in terra in cucina, con le mani.

Anantha's Family!

Ma finalmente siamo arrivati nel Goa dove la pioggia ci ha lasciato qualche giorno di tregua. Abbiamo chiesto ospitalità a Mangeet, che non appena arrivati ci disse che lui stava andando a Delhi e che potevamo tenere le chiavi di casa. I primi 2 giorni abbiamo invitato una coppia Indiana, poi per fortuna sono arrivati i nostri amici italiani: Donata, Antonella ed Emiliano. Con loro abbiamo anche sperimentato le brezza di guidare una macchina in India! Ed abbiamo preso una multa...CIMG0773

Salutati i nostri amici e le spiagge del Goa sempre col nostro mitico treno in sleeper class (con qualche scarafaggino) ci siamo diretti a Mumbay, ospiti con Servas di Ravindra e Kalpana. Anche loro sono pittosto ricchi, commerciando oro e pietre preziose. Man mano che saliamo verso nord ci sono sempre meno cristiani e sempre più hindu, che sono vegetariani e fanno strane pratiche di purificazione al mattino, tipo che si fanno venire i conati per svuotarsi completamente... Digiunano mangiando solo frutta per settimane... Mah...

Mumbay ha il mare, ma è tossico e non si può fare il bagno! L'ultimo giorno (in cui io ero malata) abbiamo visto la festa della nascita di Krishna. In cui ci si fa i gavettoni ed i ragazzi fanno piramidi umane per andare a spaccare dei vasi appesi in mezzo alla strada.

Per andare alla città successiva, Udaipur, abbiamo provato l'esperienza del pullman con i letti. Solo che le strade indiane sono piene di buchi! E quindi saltavamo ogni minuto, ma alto! Ed in più in autostrada ti puoi beccare le mucche, auto contromano... Che avventura!CIMG0909

A Udaipur eravamo tutti e 2 malatini, ci siamo riposati in un hotel a picco sul lago, roba che potevamo lanciarci dalla finestra. Bellissima Udaipur, con la sua architettura orientale, memoria dei Maraja.

Da qui ci siamo spostati a Jaipur la città rosa! Dovevamo essere ospiti di un ragazzo indiano conosciuto nel Goa, ma con una tipica Indianata non si è presentato e ci ha paccato, poi ci ha chiamato per scusarsi, ma non l'abbiamo più visto! Il Rajastan (lo stato di Udaipur e Jaipur) lo vorremmo rivisitare, anche perchè non siamo riusciti a fare il tour nel deserto con i cammelli!

Finisce qui la prima parte dell'India, ma ancora molto c'è da dire...CIMG0994

 

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Viaggi India 01/07/2013 17:46


e stata una vera e propria avventura!!!  viaggiare e conoscere usi e costumi di altri popoli e un'esperienza grandiosa!